Padlet

Nella sede di Architettura del Politecnico di Torino sono molto comuni corsi chiamati Atelier, nei quali più docenti interagiscono allo scopo di portare avanti uno stesso progetto. Ad esempio, l’Atelier Costruzione coinvolge le materie di Progettazione architettonica e urbana, Scienza delle costruzioni (che mi riguarda in prima persona) e Tecnologia dell’architettura; il progetto riguarda un edificio ad uso sociale. Gli studenti, divisi in gruppi, interagiscono con i docenti durante momenti comuni di revisione dei loro lavori: per queste attività ho intenzione di introdurre l’uso di Padlet. Credo che questo strumento digitale possa contribuire al migliorare l’interazione degli studenti tra di loro, che così possono vedere i progetti sviluppati dai compagni, e con il docente stesso, che può controllare lo sviluppo del lavoro. Tale strumento può essereumolto utile anche a studenti, che per le più svariate ragioni, non possono frequentare con continuità.

Il lavoro degli studenti su un caso di studio ha qualche similitudine con il Round Robin: infatti i gruppi devono via via affrontare diversi problemi (progettuali, strutturali, tecnologici) cui dare rapidamente risposta.