Conoscevo alcuni aspetti legati alla corretta gestione della privacy avendo seguito recentemente il corso obbligatorio del mio ateneo sul GPDR (General Data Protection regulation) e avendo letto, in verità molto superficialmente, i vari avvisi sulla privacy e sulla gestione dei dati personali da parte dei principali operatori del WEB e dei social network.

Approfondendo queste tematiche con le attività suggerite in questo modulo ho in realtà scoperto di avere solo una conoscenza vaga sulla quantità e sul tipo di informazioni personali che vengono acquisite e trattate durante la navigazione on-line e durante l’utilizzo attivo e passivo dei social netework. Particolarmente interessante è stato l’utilizzo di Data Selfie che ho lanciato per verificare i dati delle interazioni sulla mia pagina Facebook.

Uso personalmente Facebook e Istagram, meno frequentemente Twitter. Utilizziamo Facebook anche con una pagina dedicata del Corso di Laurea in Scienze Geologiche mediante la quale condividiamo le attività dei nostri studenti e pubblicizziamo attività ed eventi di potenziale interesse. In base a quanto approfondito ritengo molto delicata anche questa attività, considerando la mole di dati acquisiti e trattati non solo di chi attivamente pubblica e/o condivide ma anche degli utenti che visitano passivamente o attivamente il profilo facebook del corso di Laurea.

Ho visitato e approfondito i principi che sono alla base del social media open source Mastodon. Trovo particolarmente interessante la possibilità di realizzare “istanze” chiuse ad una rete di utenti selezionati con i quali condividere contenuti. Questa possibilità potrebbe essere esplorata per creare un social network “privato” tra gli studenti che frequentano i miei insegnamenti (presenti e passati) per condividere opinioni, suggerimenti e spunti di riflessione sulle tematiche trattate e sul processo di apprendimento.

Infine ho trovato molto molto interessante il video “Digital Revolution Rushes Sequence” di Douglas Rushkoff al punto che ne ho cercati altri di Rushkoff per approfondire i concetti emersi.

Molto interessante a questo proposito il video su TED “ Team human in the digital future” (https://www.ted.com/talks/douglas_rushkoff_how_to_be_team_human_in_the_digital_future#t-727552)

Condivido pienamente il messaggio:

“Education to getting job? Education wasn’t about getting jobs. Education was compensation for a job well done. The idea of public education was for coal miners who would work in the coal mines all day, then they’d come home and they should have the dignity to be able to read a novel and understand it or the intelligence to be able to participate in democracy.”

“We have to stop using technology to optimize human beings for the market and start optimizing technology for the human future”