Ciao a tutti! Mi chiamo Davide Finco e da una decina d’anni insegno Letterature e culture scandinave al Dipartimento di Lingue e culture moderne dell’Università di Genova. Germanista di formazione, divento scandinavista con il dottorato in Letterature comparate, nel quale mi sono occupato di letteratura per l’infanzia tra Scandinavia e Italia. Le lingue straniere mi appassionano fin dai tempi della scuola, mentre la scoperta delle gioie dell’insegnamento è successiva e quasi casuale (non mi vedevo certo come professore, e invece non potrei farne a meno!!).

Essendo titolare di tutti gli insegnamenti del corso di laurea triennale e magistrale, mi trovo nella situazione particolare di seguire gli studenti dal loro ingresso all’università al diploma di laurea e, in alcuni casi, alla specializzazione; il che, unito ai piccoli numeri (da ateneo straniero) con cui mi trovo a lavorare, crea un clima di scambio molto fruttuoso e spesso umanamente intenso rispetto a tanti altri corsi del dipartimento.

Il mio rapporto con l’insegnamento universitario è stato inizialmente molto artigianale, basato su ciò che a mio tempo avevo appreso, su come avrei voluto mi fosse insegnato e sui miei lavori di ricerca cui in parte ho attinto per gli argomenti dei miei corsi. Mentre numerose sono state le valutazioni della mia attività scientifica, l’insegnamento mi è stato affidato fin da subito, anzi, sono diventato docente prima di essere ricercatore, con una grande libertà di gestione, ma forse non ancora con il dovuto senso di responsabilità.

Partendo da un’impostazione molto tradizionale, col tempo ho intuitivamente migliorato diversi aspetti, ma l’aiuto decisivo è venuto, dal 2017, con la partecipazione alle attività del GLIA (Gruppo di Lavoro sulle tecniche per l’Insegnamento e l’Apprendimento), grazie alle quali ho potuto riflettere in teoria e in pratica su cosa si fa quando si fa lezione, confrontandomi con colleghi di tutte le aree dell’ateneo.

Il mio utilizzo della tecnologia è primitivo rispetto agli strumenti esistenti (dal test risulto per poco un Explorer, mi credevo un Newcomer!). Da questo corso mi aspetto un approfondimento decisivo sui materiali, sulle possibilità d’uso e sulle modalità più appropriate. A questo stadio iniziale mi piace molto lo spirito di collaborazione e condivisione che mi sembra ispirare il progetto.