Ho letto con attenzione il contenuto della seconda attività e mi pento di aver trascurato la potenzialità dei wikis fino ad ora. Infatti io ho sempre utilizzato questi siti web solamente da semplice reader senza mai aggiungere o modificare il contenuto. D’altra parte io stesso mi sono trovato con piacevole sorpresa su Wikipedia senza sapere nemmeno chi fosse l’autore della mia biografia e quindi poterlo ringraziare. Sicuramente d’ora in poi terrò le pagine wiki in seria considerazione pensando a un eventuale utilizzo per la stesura di argomenti della mia disciplina, teoria dei circuiti; in particolare relazioni di laboratorio da fare svolgere a piccoli gruppi di allievi ai quali potrò assegnare anche una valutazione individuale  in quanto  lo storico di una pagina wiki  riporta  la traccia  cronologica delle modifiche riportandone gli autori.

Sono completamente d’accordo sulle informazioni riportate dai link che il corso fornisce. Un’esperienza di apprendimento attraverso i wikis comporta una partecipazione attiva da parte degli studenti, per cui  risulta un’esperienza stimolante e coinvolgente che permette di approfondire la conoscenza degli argomenti e migliorare l’abilità degli studenti nella risoluzione dei relativi problemi anche al di fuori delle ore di lezione. Gli studenti si sentono valorizzati in quanto sono in parte autori del lavoro, per cui si sentono più responsabili e collaborano aiutandosi reciprocamente al fine di raggiungere l’obiettivo comune. Senza rendersene conto, attraverso il proprio lavoro di approfondimento e di apprendimento, costruiscono insieme delle nuove conoscenze. Non solo, ma si riduce la dicotomia tra docente e discenti, incoraggiando quest’ultimi a contattarlo ogni volta che risulti necessario. Si possono fare relazioni e lavori di ricerca che rimangono condivise nell’intera classe e possono essere continuamente aggiornate. Il docente potrà conservarle e utilizzarle nel corso successivo per eventuali confronti.