Ciao! Sono russa e insegno le lingue. Presso UniEcampus insegno il russo e la letteratura russa. Nel fare i miei corsi ho faticato molto. Non sapevo come era giusto passare dalla modalità “frontale” alla modalità “virtuale”. Di solito i corsi frontali si adattano al gruppo che ti trovi davanti invece con la modalità off line si devono creare dei contenuti standard adatti a tutti. Passando dalla sostanza alla forma posso dire che anche la forma non è stata semplice. Creare dei pdf, ppt e video era faticoso e laborioso perché mancavano proprio i mezzi giusti e le relative abilità.

Racconto un po di me. La prima laurea in lingue è russa di stampo sovietico, ancora del periodo quando se non passavi un esame eri rimandato a rifare tutte le materie dell’anno. Ho cominciato ad insegnare ma poi mi sono occupata dei progetti più commerciali che riguardavano il turismo. La seconda laurea è in economia presso l’università di Novara di Amedeo Avogadro. Il passaggio così inaspettato è motivato dalla quasi impossibilità di conferma della laurea russa (era necessario raccogliere tutti i programmi, tradurre, vidimare e ridare quasi 75% delle materie di default in base ad una circolare ministeriale) e dall’interesse verso le regole dell’economia libera.

Sono una mamma felice di una bimba a cui insegno il russo. Insegno il russo a tanti altri bimbi, ho formato dei gruppi dell’età prescolare e della primaria. Sto cercando di creare dei materiali interessanti e pieni di cultura adatti a tutti i bambini. Non trovo dei corsi equilibrati dal mio punto di vista. Ma mancano i mezzi che sto cercando proprio qui.