In this post, I illustrate my students how to organize to do a correct peer-feedback. 

Innanzitutto durante questo corso verrà dato agli studenti la possibilità di analizzare le competenze acquisite durante le lezioni. Questa operazione è conosciuta come feedback, ossia è una qualsiasi risposta (solitamente da parte dell’insegnante) in merito al lavoro svolto da uno studente. Tuttavia, questa volta, sarete voi studenti a farlo e giudicare rispettivamente i vostri lavori. Sarete divisi in gruppi di due/tre studenti (se volete potete scegliere voi stessi con chi vorrete collaborare: in questo caso dovrete tener presente le vostre affinità, i vostri metodi di studio, oltre alle  tecnologie e strumenti a disposizione di cui vi dovrete avvalervi durante il feedback). La vostra attività consisterà esattamente in questo: dopo aver svolto il compito che vi avrò assegnato su quanto spiegato a lezione, dovrete discutere a turno in modo approfondito il lavoro dei vostri compagni appartenenti al vostro gruppo. Potete esprimere svariati pareri, positivi e negativi senza alcun problema. Non sarà quindi una vera e propria valutazione, ma il tutto si baserà su una discussione tra voi, in modo che vi possiate non solo aiutare gli uni con gli altri, ma anche ad aiutarvi reciprocamente a colmare le vostre lacune.

Secondariamente, potete avvalervi di alcune tecnologie che avete a disposizione. Potete mettervi d’accordo, dunque, con quali compagni formare i gruppi, in modo che possiate disporre tutti di tecnologie e strumenti simili. I compiti da voi svolti possono essere trasformati in file word o ppt o anche essere illustrati in video che vedrete rispettivamente. Sentitevi pure a vostro agio, in quanto nessuno dovrà esprimere una valutazione. Infine potete utilizzare smartphone, tablet e pc a vostra discrezione.

I vostri feedback, poi,  verranno effettuati ogni settimanalmente. Di volta in volta cambieremo il tipo di feedback. Possiamo iniziare con incontri tra voi studenti che farete face to face: in questo modo potete sviluppare discussioni produttive per tutti i componenti del gruppo: ognuno imparerà dalle risposte positive dei compagni e, allo stesso modo, sarà aiutato a non commettere errori qualora ne identificasse qualcuno nel corso della discussione orale. Successivamente dovrete fare dei feedback basati su questionari a risposta aperta, per poi passare ulteriormente a questionari a risposta chiusa: ci saranno per ogni domanda tre risposte possibili, di cui solo una però sarà quella corretta. Il formato di questo feedback vi verrà assegnato dall’insegnante e sarà in formato excel o word.

Infine, per  quanto riguarda i feedback che dovrete discutere tra voi sui vostri compiti, dovrete basarvi sulla correttezza dell’esposizione, in particolare in occasione dei feedback face to face. Ciò che è comunque importante dimostrare è la comprensione degli argomenti spiegati. Nel formato a domande aperte i singoli argomenti devono   essere da voi illustrati in modo appropriato con la sintassi corretta senza essere né troppo concisi, né troppo prolissi.

Nelle domande a risposta chiusa o in quelle a due opzioni di risposta (es. sì/no o vero/falso) potete interrogarvi a vicenda prima di scoprire quali siano state le risposte dei vostri compagni.