Quest’anno ho contribuito all’assistenza degli studenti, sia in aula sia tramite attività di tutoraggio, durante il corso “Circuit Theory and Application”.

Si tratta di un corso con un carico cognitivo molto elevato, non solo intrinseco, ma anche estraneo, quest’ultimo dovuto essenzialmente ai prerequisiti di Matematica impostati e rivisti in un modo più applicativo e quindi diverso dal modo con cui vengono presentati nei corsi classici di Matematica.

Si è tentato di ridurre il carico cognitivo intrinseco e al contempo di ottimizzare quello pertinente (germane load).

Per abbassare il carico intrinseco si è voluto procedere con la segmentazione dei contenuti più complessi prestando attenzione all’ordine (sequencing) e al ritmo con cui venivano presentare le slide illustrative. In pratica il passaggio da una slide alla successiva  non doveva avvenire troppo lentamente in modo che gli studenti mantenessero la giusta concentrazione, ma nemmeno troppo velocemente da impedire loro l’apprendimento degli argomenti (pacing).

Per alzare il carico pertinente invece si è usato il metodo dei problemi a contesto variato, ovvero si assegnavano agli studenti problemi formalmente diversi, ma strutturati allo stesso modo che permettessero loro di costruire schemi mentali adattabili a contesti diversi.

Il corso è anche stato supportato dall’utilizzo di un programma di simulazione (PSPICE) dei circuiti durante le ore di esercitazioni.

Definisci lo scopo, l’ambito e gli obiettivi del tuo intervento di e-learning

  • Cosa vuoi ottenere con questo intervento di e-Learning?

Io vorrei (congiuntamente al docente del corso CTA e ad altri docenti dello stesso corso nel DET) progettare risorse e-learning sia che integrino l’insegnamento di uno dei moduli iniziali del corso (equazioni per le tensioni e correnti, direzioni di riferimento, concetti energetici) sia che riducano il carico cognitivo estraneo .

  • Quali tra i tuoi obiettivi di apprendimento sono misurabili in relazione allo scopo che ti sei prefissato?

Quello di migliorare considerevolmente l’apprendimento dei moduli iniziali, di cui sopra,  che costituiscono lo strumento fondamentale del corso

Rifletti sul tuo pubblico di riferimento e sulla sua disponibilità a prendere parte al tuo intervento di eLearning

  • Chi sono i tuoi studenti e qual è la loro esperienza con l’e-Learning?

Studenti del secondo anno di vari corsi di laurea del Politecnico di Torino nel settore dell’informazione. Non è nota a priori la loro familiarità con strumenti  e-learning.

  • Cosa si aspettano di imparare dal tuo corso?

Essere facilitati nell’apprendimento di una disciplina che statisticamente si rivela essere critica e penalizzante se non si riesce ad acquisire in tempi stretti.

  • Quali risorse tecniche hanno a disposizione?

Sono tutti mediamente dotati di PC e Smartphone,  oltre ad avere la disponibilità dei laboratori informatici  del Politecnico.

  • Quale supporto tecnico è disponibile per i tuoi studenti?

Il personale del corso e la pagina didattica online con dispense sui vari argomenti. Pertanto  le istruzioni fornite con il progetto e-learning sarebbero un ottimo completamento.

Rivedi e adatta il contenuto del tuo corso:

  • Quali sono gli elementi costitutivi del corso in termini di materiali, risorse e attività?

Il modulo che si intende integrare è composto da una dispensa, alcune video lezioni e un set di problemi dedicati (problem solving)

  • Come si possono adattare questi elementi costitutivi per una loro progettazione online

Questo è il mio obiettivo ed è un problema sostanzialmente aperto perché non sono tuttora note soluzioni consolidate per l’insegnamento a livello universitario.

  • Chi sarà responsabile di questo adattamento e avrà le risorse per farlo?

Il sottoscritto ed alcuni docenti direttamente coinvolti

  • Chi altro sarà coinvolto in questo processo?

Per ora non posso prevederlo

  • Come faciliterai l’interazione insegnante/studente e studente/studente?

In questo corso sto scoprendo numerose risorse di e-learning orientate all’interazioni docente-discente e discente-discente ed è mia intenzione sperimentarle ampiamente

Pianifica l’accesso e la valutazione:

  •  In che modo gli studenti accederanno agli elementi costitutivi del corso?

Dipende da come verrà strutturato il modulo e-learning. Per ora sono disponibili il portale della didattica e la piattaforma Moodle

  • Hai in programma di tenere traccia delle attività degli studenti online? Se sì, come?

Assolutamente si perché l’esperimento implica la valutazione della prestazione  degli studenti e della loro efficienza di apprendimento, intesa come rapporto tra  la prestazione raggiunta e lo sforzo mentale impiegato (quest’ultimo misurato tramite domande in cui si chiede agli studenti una valutazione soggettiva delle difficoltà incontrate nello studio e nella risposta ai test).

  • Come favorirai la valutazione del corso?

Per ora posso contare solo su Moodle