Tengo il corso di “Analisi 1” per allievi ingegneri e ho cercato, per questa attività, di progettarlo in modo da renderlo fruibile online.

Cosa vuoi ottenere con questo intervento di eLearning?

Vorrei ottenere un corso “misto” ovvero un corso nel quale alcune nozioni sono date a lezione e altre sono lasciate agli studenti che le apprendono e/o si esercitano su esse online. Un’alternativa, forse più semplice, è quella invece che progettare solo esercitazioni online, vista la difficoltà a studiare la matematica per proprio conto.

Quali tra i tuoi obiettivi di apprendimento sono misurabili in relazione allo scopo che ti sei prefissato?

Tutti gli obiettivi prefissati sono misurabili: sia il progetto di corso misto (valutando la preparazione degli studenti somministrando loro domande mirate alla parte di “autoinsegnamento”) sia il progetto di esercitazioni online chiaramente.

Chi sono i tuoi studenti e qual è la loro esperienza con l’eLearning?

Si tratta di matricole, potrebbero avere un’esperienza dalla scuola superiore ma vista la grande varietà degli istituti di provenienza ritengo difficile fare affidamento a particolari esperienze acquisite.

Cosa si aspettano di imparare dal tuo corso?

Ragionare in modo critico, oltre a particolari contenuti: questo riflette il valore formativo della matematica.

Quali risorse tecniche hanno a disposizione?

Moltissimi software per semplici questioni di analisi 1 sono disponibili in rete, sicuramente con poco sforzo si ottiene tantissimo.

Quale supporto tecnico è disponibile per i tuoi studenti?

Principalmente postazioni informatiche e /o aula adeguatamente attrezzate (ma purtroppo, queste ultime, con pochi posti a disposizione).

Quali sono gli elementi costitutivi del corso in termini di materiali, risorse e attività?

Vengono redatte dispense per il corso, sono previste sia lezioni sia esercitazioni e sono disponibili risorse informatiche che possono rendere molto più semplice il percorso, soprattutto le piattaforme su cui esercitarsi e/o simulare le prove d’esame.

Come si possono adattare questi elementi costitutivi per una loro progettazione online?

Andrebbe progettato con estrema cura: trattazione teorica da leggere, eventualmente accompagnata da molte figura, e seguita da molti esercizi, anche ripetitivi.

Chi sarà responsabile di questo adattamento e avrà le risorse per farlo?

Il titolare stesso del corso eventualmente aiutato da un assistente.

Chi altro sarà coinvolto in questo processo?

Eventualmente l’esercitatore.

Come faciliterai l’interazione insegnante/studente e studente/studente?

Per esperienza le interazioni insegnante/studente e studente/studente si possono facilitare con una stessa modalità, ovvero il proporre esercizi da fare in gruppo e girare tra i tavoli elargendo suggerimenti di ogni tipo: si crea inoltre una capacità negli studenti di sapere che cosa chiedere, che non sempre è sviluppata a sufficienza.

In che modo gli studenti accederanno agli elementi costitutivi del corso?

Dal loro portale della didattica possono interagire con tutte le risorse messe a disposizione, oppure in diretta in aula.

Hai in programma di tenere traccia delle attività degli studenti online? Se sì, come?

Si potrebbe predisporre un piccolo questionario di autovalutazione al termine dell’attività e tenere traccia almeno del risultato medio.

Come favorirai la valutazione del corso?

Ritengo che uno studente valuta bene il corso, mediamente, se il docente è chiaro nelle sue spiegazioni e stimola la curiosità. L’uso delle risorse può aiutare la chiarezza ma soprattutto può stimolare la curiosità: è più facile e diretto prendere qualche immagine e/o video e/o altro e riallacciare questo ad un argomento del corso.