Sono arrivata solo all’aspetto teorico e non vedo l’ora di applicare in pratica. Un’altra scoperta è che si può scrivere nei siti con le risorse aperte in russo e trovare anche il materiale sulla Russia.

Per il momento ho usato molto il browser russo yandex.ru, ma lì c’era sempre il problema di capire se c’è la licenza e se sono passibile di qualche multa o quant’altro.

Il materiale trovato nei siti suggeriti del corso non abbonda dell’informazione e delle immagini che mi servirebbero per i miei corsi, si riducono ai must un po’ limitati e standardizzati.

L’idea è ammirevole di rendere disponibili le risorse. Paragono sempre il browser russo e il google. Dal browser russo posso leggere i libri in tanti biblioteche on line, ho l’accesso a un’infinità di risorse, specialmente sui siti delle maggiori università. Con google questo non avviene. La decisione di rendere le risorse disponibili è la maggior democrazia che si possa avere.

Continuo il corso

Buona giornata a tutti!