Penso che il sistema di valutazione rappresenti una delle componenti fondamentali di un insegnamento. Questa lezione mi ha fatto riflettere sul come spesso si presti attenzione esclusivamente alla valutazione sommativa. I tre tipi di valutazione (diagnostica, sommativa, formativa) sono tutti molto importanti, ma assumano valenza differente a seconda del soggetto interessato (docente o discente), del tipo di insegnamento e del contesto/sistema in cui si opera.

L’obiettivo principale del mio corso (Infrastrutture Viarie) è di sviluppare la capacità di riconoscere le caratteristiche tecniche delle infrastrutture di trasporto e di valutarne le prestazioni per poter essere in grado di risolvere semplici problemi di dimensionamento e verifica, individuare gli ordini di grandezza delle variabili di sistema, rappresentare in forma grafica le entità progettate, impiegare la terminologia appropriata.

Per seguire il corso non sono richieste particolari conoscenze (appurato anche grazie ai questionari compilati a fine corso). La valutazione diagnostica per questo insegnamento non penso sia necessario implementarla.

La valutazione formativa penso di svolgerla con le esercitazioni in aula. Lo studente deve risolvere problemi e esercizi simili ad esempi presentati e discussi dal docente. Lavorare insieme in maniera attiva, consente di confrontarsi con i colleghi e con il docente stesso, permettendo di valutare le conoscenze acquisite. Sto pensando a come poterla migliorare introducendo nuove attività o strumenti.

L’esame finale costituisce la valutazione sommativa ed è strutturato in modo tale (scritto e orale) da permettere di valutare alla commissione il grado di raggiungimento degli obiettivi da parte dello studente.